header_sx
upload

FRANCIA: la spesa natalizia prevista in crescita in Francia, segnale positivo di ripresa economica

La Francia sembrerebbe mostrare segnali di ripresa economica, in base a come ha iniziato la stagione natalizia: infatti il 40% della popolazione del Paese ha in programma di spendere di più per questo Natale, secondo uno studio condotto da Accenture. Il 51% ha dichiarato di mantenere gli stessi livelli dello scorso anno. Solo il 9% ha affermato di avere intenzione di ridurre il budget. “Sono stato molto sorpreso dall'atteggiamento positivo dei consumatori e del desiferio di fare shopping che è emerso da questi risultati,” ha dichiarato Alexandre Bres, managing director di Accenture’s retail practice.

“Questo studio mostra una forma di ottimismo per quanto riguarda la situazione finanziaria delle famiglie francesi. La situazione nel Paese non è delle più rosee, l'INSEE, istituto nazionale francese di statistica e studi economici, ha di recente abbassato le sue previsioni all'1.3% di crescita del prodotto interno lordo, pertanto questi segnali di positività sono davvero importanti.” Accenture ha intervistato 1,000 consumatori francesi, che hanno dato come media di budget per lo shopping natalizio, 607 euro, di cui il 52% sarà speso in regali e il 48% in cibi e bevande per pranzi e cene. Le persone hanno dichiarato di fare molto attenzione a offerte e occasioni, e il 62% ha affermato di comprare in numerosi negozi e anche online e di fare confronti tra prezzi prima di decidere dove effettivamente fare l'acquisto. Il 49% degli intervistati ha dichiarato che farà la maggior parte del suo shopping nei negozi fisici, il 36% ha intenzione invece di comprare online. L'ecommerce per ora costituisce una parte decisamente più piccola della 'torta' rispetto a mercati come Statu Uniti e Regno Unito, anche se anno su anno sta crescendo. Inoltre il 77% delle persone ha affermato di essere influenzato sulle decisioni di acquisto da parte dei social media, anche se comprare attraverso channel social è decisamente poco diffuso.

Per altre news www.ispira.com

 


Tags: #ispirablog

No comments.



Nickname:
Title:
Add a comment
Add comment