Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Stories Brands News Join ispira.com
News

REGNO UNITO: Co-op annuncia un programma di espansione e di rinnovo negozi per contrastare la competizione dei discounters

Co-op sta intensificando la sua battaglia per aggiudicarsi più shopper con un investimento di 160 milioni di sterline su 100 nuovi negozi di alimentari nel 2018, creando 1.600 posti di lavoro. L'azienda, di proprietà dei suoi membri, ha in programma anche importanti ristrutturazioni ad altri 150 punti vendita nel tentativo di contrastare la feroce concorrenza dei grocers low cost. L'anno scorso Co-op è sceso al sesto posto tra le principali catene di supermercati del Regno Unito dopo essere stato superato dal discounter Aldi. Quest'ultimo che ha aperto il suo primo negozio nel Regno Unito nel 1990, ha aumentato la sua quota del mercato alimentare al 6,2% dal 5,6%, rispetto allo stesso periodo di 12 settimane dell'anno precedente, superando la quota del 6% controllata da Co-op, secondo una ricerca condotta da Kantar Worldpanel.

Co-op ha in programma di aprire più di 20 nuovi store a Londra, fino a 18 in Scozia, 10 nel Wales e altri in paesi e città tra cui York, Plymouth e Bristol. Convenience store più piccoli e vendite online sono le due più grandi aree di crescita per le catene di supermercati. Le abitudini di acquisto sono cambiate negli ultimi anni in quanto i consumatori hanno sostituito la loro classica visita settimanale per fare la spesa con visite più frequenti nel tentativo di evitare gli sprechi e risparmiare soldi. Questo ha determinato che i supermercati più grandi, più costosi da gestire, siano stati sostituiti da piccoli convenience store. Co-op ha venduto 300 negozi al retailer McColl's nel 2016, e si è anche rifocalizzato sui propri piccoli negozi piuttosto che su punti vendita più grandi. I food retailer si sono impegnati a consolidare l'offerta per ridurre i costi. Jo Whitfield, chief executive di Co-op Food, ha dichiarato: “Co-op sta rispondendo positivamente ai cambiamenti che si verificano all'interno di questo settore dinamico. Il nostro business alimentare sta andando sempre più forte in quello che è chiaramente un mercato retail difficile. Abbiamo l'ambizione per i nostri store che siano il cuore della vita locale, unendo le comunità e offrendo ai nostri membri e ai clienti prodotti di ottima qualità dove e quando ne hanno bisogno.”

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog
No comments.


Nickname: Title: Add a comment Add comment