Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Stories Brands News Join ispira.com
News

REGNO UNITO: i robot prenderanno il posto dei lavoratori nell'industria retail?

Autisti di taxi: 89 percento. Giornalisti: 11 percento. Bartender: 77 percento. Addetto alle vendite: 92 percento. Secondo il sito web willrobotstakemyjob.com, l'industria retail è 'condannata'. Ciò che preoccupa il sito web non sono i rating simulati che attribuisce al lavoro scelto, rappresentando il pericolo che venga sostituito dall'automazione, ma quante persone stanno visitando il sito. Di recente oltre 300.000 persone hanno scelto di inserire i titoli di lavoro per il "classificatore del processo gaussiano" del sito per valutare quanto sono condannati. Secondo le stime, circa il 47% dei posti di lavoro negli Stati Uniti era a rischio di essere completamente automatizzato. Questo mette a nudo una preoccupazione genuina e crescente per la sicurezza del lavoro. Il settore del retail, in particolare quelli che lavorano nei magazzini e nelle consegne per i grandi retailer online, hanno già iniziato a sperimentare questa transizione.

Uno studio recente dell'Institute of Fiscal Studies ha contribuito a legittimare queste paure. Ha postulato che un aumento del salario minimo avrebbe inevitabilmente portato ad una maggiore automazione. Come settore che si basa su un elevato turnover di lavoratori con salario minimo - che sono disposti a vedere aumentare i loro salari in modo incrementale per i prossimi due anni - si prevede che il commercio retail sarà il settore più colpito nel Regno Unito. “Il fatto che il salario minimo più alto influenzi sempre più i lavori che sembrano essere più automatizzabili è un ulteriore motivo per cui è necessario un monitoraggio estremamente accurato,” ha dichiarato l'autore dello studio Norris Keiller. Quindi il retail è destinato ad essere invaso dai robot? I salari minimi diventeranno così alti che i lavori non qualificati sarebbero eseguiti in modo più efficiente dalle macchine? Un retailer che sta aprendo la strada all'automazione non la pensa così. Il cinese JD.com sta implementando tutto, dai bracci robotici per il picking, ai droni di consegna automatizzati, alle tecnologie AI e Big Data su una scala impensabile nel Regno Unito. Il direttore del centro di ricerca JD di Silicon Valley, Dr Hui Cheng, ha dichiarato che JD gestisce poco meno di 7000 centri di distribuzione, fornendo la stessa consegna il giorno successivo a 1 miliardo di persone. Per un'operazione su questa scala immensa, il dott. Cheng sostiene che il potere umano semplicemente non può tenere il passo. Lungi dall'essere una situazione insidiosa sul mercato del lavoro, la pionieristica innovazione dell'azienda vede in esso uno strumento essenziale per la crescita. Ad esempio i droni automatici stessi creeranno posti di lavoro. Lavori manuali che possono essere facilmente sostituiti dall'automazione probabilmente lo saranno, ma invece di occupare semplicemente posti di lavoro di persone, stanno creando un settore completamente nuovo. “Ad esempio, abbiamo già uno specialista delle operazioni sui droni. Abbiamo anche ruoli che monitorano i sistemi completamente automatizzati,” ha aggiunto Dr Cheng. Coloro che hanno una valutazione del 92% su willrobotstakemyjob.com probabilmente vedranno il proprio lavoro cambiare, ma non scompariranno del tutto. Anche se l'approfondimento sarà la prerogativa del retailer, un elemento umano sarà sempre necessario per mantenere, programmare e amministrare le macchine automatizzate.

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog
No comments.


Nickname: Title: Add a comment Add comment