Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Stories Brands News Join ispira.com
News

REGNO UNITO: Neil Barrett torna nella sua città e apre il suo primo store europeo a Londra

Il designer Neil Barrett è tornato nella sua città natale, Londa, con l'opening del suo primo store europeo in Conduit Street, con vicini tra cui Vivienne Westwood, Dsquared2, Goat ed il Westbury Hotel. Barrett ha progettato il negozio con il suo mix di elementi 'duri e morbidi', in partnership con il collaboratore di lunga data Zaha Hadid Architects. È uno studio in geometria e materiali ricchi. “Essendo britannico, è ovviamente una pietra miliare per me avere il mio concept store a Londra. Sono molto felice”, ha affermato Barrett, che quest'anno celebra il ventesimo anniversario del suo brand, e che di recente ha portato Londra - e le sue innumerevoli sottoculture - come ispirazione per la sua sfilata autunno 2019 a Milano.

Lo store, che ha avuto soft opening il 1 febbraio, propone la sua offerta completa, comprese le linee per uomo, donna, bambino, l'activewear e gli accessori. Attualmente propone la collezione pre-primavera del 2019 del designer, una linea chic tra cui soprabiti blu navy su misura, pantaloni neri, T-shirt spugnose e zaini in pelle. Il brand ha già 31 negozi in Cina, Macau e Giappone, e l'unico altro stand-alone outlet è un pop-up su via Santo Spirito a Milano, che è stato operativo negli ultimi quattro anni - molto probabilmente l'esempio più longevo di quel format retail. Carlo Barone, amministratore delegato del brand, ha affermato che era il momento giusto per aprire a Londra. Ha dichiarato che, di solito, quando il brand raggiunge un sell-through del 70% presso i department store e altri account all'ingrosso, è ora di aprire un negozio indipendente. Il brand ha riscosso molto successo presso Harrods, Selfridges, Harvey Nichols e Browns, che continueranno a tenere la collezione. Barone ha aggiunto che si aspetta che il negozio di Conduit Street generi tra 1,6 milioni di euro e 1,8 milioni di euro nelle entrate del primo anno. Il brand, che rimane di proprietà privata, genera circa 80 milioni di euro di fatturato annuo. Nuove aperture europee sono in cantiere per il 2020.

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog
No comments.


Nickname: Title: Add a comment Add comment