Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Stories Brands News Join ispira.com
News

USA: Apple decide di espandersi negli States aprendo un nuovo quartier generale ad Austin e progettando altre sedi in tutto il Paese

Apple aprirà un nuovo campus da 1 miliardo di dollari ad Austin, in Texas, e ha intenzione di effettuare ulteriori investimenti in molte altre città degli Stati Uniti, riducendo la dipendenza decennale dalla suo quartier generale di Silicon Valley. Il famoso produttore dell'iPhone ha dichiarato che il suo nuovo campus è parte di una “importante espansione” delle sue attività ad Austin, che vedrà quasi raddoppiare il numero attuale di dipendenti nella città a più di 11.000 posti di lavoro a tempo pieno, tra cui vendite, ingegneria, R & S e personale di assistenza clienti. Apple sta per ricevere decine di milioni di dollari in incentivi dall'area locale per l'inserimento di ulteriori 5.000 posti di lavoro, che potrebbero aumentare fino a 15.000.

La ricerca di nuove strutture aziendali da parte del gigante tech, annunciata a gennaio come parte di un piano di investimento che avrebbe dato un “contributo diretto” di 350 miliardi di dollari all'economia statunitense, contrasta in molti modi con la ricerca di Amazon di una “secondo quartier generale” quest'anno. Entrambe le società, che hanno storicamente cercato di concentrare il proprio personale nelle loro sedi centrali, stanno ora compiendo importanti sforzi per distribuire i propri talenti in modo più ampio negli Stati Uniti. Oltre ad Austin, Apple ha in programma di aprire uffici più grandi a Seattle, San Diego e Los Angeles Culver City, andando nei cortili di rivali tra cui Microsoft, Amazon, Netflix e Qualcomm. Apple ha aggiunto che si vorrebbe espandere in altre nuove città tra cui New York, Pittsburgh, Pennsylvania e Boulder, in Colorado, nei prossimi tre anni. L'annuncio della nuova sede, ha indicato “il potenziale per un'ulteriore espansione”, suggerendo che Apple potrebbe realizzare investimenti di dimensioni simili a quelli che sta attuando ad Austin. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha sia criticato che lodato le grandi compagnie americane sui loro piani aziendali. La maggior parte dei prodotti Apple è prodotta in Cina, fattore che a settembre ha spinto Trump a suggerire ad Apple di trasferire la sua produzione in America per evitare che vengano imposte nuove tariffe alle importazioni cinesi come parte della guerra commerciale USA-Cina.

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog
No comments.


Nickname: Title: Add a comment Add comment