header_sx
upload

USA: i supermercati investono sempre più nella comunicazione digitale e social

I grocer statunitensi stanno aumentando sempre più i loro investimenti nella comunicazione digitale con i consumatori, dai social media al mobile, per offrire promozione più rilevanti e adatte ai trend di shopping odierni. Così tanto che nove retailer su 10 intervistati hanno dichiarato di aver in programma di ridurre il loro budget per le circolari e investirlo nel digitale, secondo lo studio annuale condotto da Dunnhumby "Pratiche promozionali e pubblicitarie tra i retailer alimentari statunitensi.” Lo studio ha esaminato le risposte di circa 70 food retailer, che rappresentano 4,600 negozi in 34 Stati e ha riscontrato che le comunicazioni digitali sono diventate la norma, anche se il livello di raffinatezza dipende da supermercato a supermercato.

E per coloro che stanno investendo i maggiori budget nel digitale e nel social, vedranno l'efficacia dei loro sforzi. Le catene più grandi, più di 50 location, sono molto più propensi ad offrire una versione interattiva che permetta di effettuare ricerche, di cliccare sui singoli articoli, proponga ricette e sia connessa ad uno strumento per ordinare. “Le comunicazioni digitali stanno aumentando la loro importanza, specialmente quando i retailer sono in grado di offrire una experience più personalizzata, mostrando solo quegli articoli che sono interessanti per un cliente. Man mano che queste capacità migliorano, per contro cala l'utilizzo della carta stampata,” ha dichiarato Haluk Nural, senior vice presidente di retail consulting presso Dunnhumby. “Poichè i mezzi per personalizzare la pubblicità e la comunicazione diventano più semplici da raggiungere per la maggioranza dei grocer, la personalizzazione non sarà più a lungo un qualcosa che solo le grandi catene possono raggiungere.” I social media giocano un ruolo importante nell'industria e sono usati da circa il 96% delle aziende intervistate. La maggior parte dei retailer utilizza uno staff in-house per gestire questo aspetto. Le piattaforme preferite sono Facebook e Twitter, seguite da Pinterest e YouTube. Guardando al futuro, Nural ritiene che i retailer avranno bisogno di avere una comprensione profonda dei loro shopper per far sì che i clienti siano felici.  

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog

No comments.



Nickname:
Title:
Add a comment
Add comment