Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Stories Brands News Join ispira.com
News

USA: Kroger tiene testa alla concorrenza e fa la differenza puntando su brand privati e su prodotti Fair Trade

L'innovazione retail è solitamente associata a casse self service, consegne in tempo reale e personalizzazione. Ma per Kroger, stare al passo con i competitor significa mantenere un focus laser sui brand privati, e la prossima fase di questa strategia è tutta incentrata sulla sostenibilità e sulla certificazione del commercio equo e solidale - Fair Trade Certification. Nel segno di quanto si siano evoluti i tradizionali grocers in un mondo in cui i clienti ed i competitor continuano a cambiare, Gil Phipps, VP of Our Brands di Kroger, ha parlato ai partecipanti della conferenza di Shoptalk degli sforzi di sostenibilità del grocer nelle Filippine, in Ruanda e in Egitto. Secondo Phipps, Kroger ritiene che avere un prodotto premium ed esclusivo non sia più sufficiente. Deve anche avere un grado di responsabilità sociale integrato.

“Sviluppiamo i nostri prodotti a brand privato pensando al gusto, ma stiamo sicuramente scoprendo che le diverse generazioni risuonano in modo diverso con brand diversi”, ha affermato Phipps. “E ciò che stiamo riscontrando con i Millennials e come reagiscono con un marchio come Simple Truth è che l'80% dei Millennials afferma che la loro decisione su cosa acquistare è guidata non solo dai prodotti che li rendono felici, ma anche da prodotti socialmente responsabili.” Phipps ha affermato che sempre più consumatori fanno shopping basandosi su come possono migliorare e cambiare il mondo con quello che stanno comprando. “Simple Truth è il più grande brand per il commercio equo e solidale. L'anno scorso siamo andati nelle Filippine e abbiamo realizzato una serie di brevi documentari che hanno portato i consumatori in quel viaggio. Questo a permesso ai clienti di realizzare: 'Posso fare una grande differenza, posso effettivamente cambiare il mondo acquistando questo prodotto'.” Per ottenere la certificazione Fair Trade, le aziende agricole devono soddisfare e rispettare un rigoroso insieme di standard sociali, ambientali ed economici. Una volta certificati, agricoltori e lavoratori guadagnano un premio per ogni vendita che entra in un conto bancario gestito dalla comunità. Questi fondi vengono poi utilizzati in progetti in settori quali assistenza sanitaria, istruzione, acqua e sicurezza alimentare per favorire il progresso nella comunità. “Siamo appena tornati dall'Egitto e dal Ruanda. Stiamo facendo un'altra serie di documentari. I consumatori vogliono conoscere la storia, vogliono sapere dove sono stati coltivati, come sono stati selezionati, che stanno ottenendo il miglior prodotto e che stanno davvero migliorando la vita delle persone,” ha dichiarato Phipps. “Ci impegneremo davvero per il commercio equo e solidale. I nostri brand sono il modo in cui ci differenziamo, e il motivo per cui qualcuno potrebbe guidare da un concorrente, fisicamente o online, e fare acquisti nei nostri negozi”, ha detto Phipps.

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog
No comments.


Nickname: Title: Add a comment Add comment