header_sx
upload

USA: la maggior parte degli acquisti di cibo e bevande sono influenzati dal digitale

L'influenza del digitale sul commercio alimentare sta quasi raddoppiano di anno in anno e ora sta impattando anche sulla in-store experience. Più della metà delle vendite alimentari, circa il 51%, sono influenzate appunto a livello digitale, secondo un nuovo report condotto da Deloitte, dal titolo “Come le compagnie di prodotti di consumo possono agire in un ambiente comandato dal digitale.” Questo trend ha spinto il settore alimentare più vicino ad altre categorie come salute e benessere, abbigliamento, articoli per la casa e automobili in termini di influenza del digitale. Dal 2013 l'influenza del digitale in-store in tutti i settori è cresciuta di un notevole 300% - dal 14% di tutte le transazioni al 56% nel 2016. Accanto alla crescita complessiva dell'influenza digitale, l'influenza in-store del mobile si è anche allargata dal 5% nel 2013, a oltre un terzo, il 37%, nel 2016.

“Le persone prendono decisioni in merito a quello che deve finire nel loro carrello della spesa molto prima di arrivare davanti agli scaffali del negozio,” ha dichiarato Barb Renner, vice presidente di Deloitte LLP. “La maggior parte degli acquisti di alimenti e bevande avvengono ancora negli store, ma le experience online e mobile delle persone impattano su questi acquisti a monte.” Nonostante l'influenza del digitale, c'è ancora un divario tra ciò che i consumatori desiderano e quello che l'attuale shopping experience alimentare offre. Nonostante il sempre maggiore impatto del digitale, l'indagine ha riscontrato che solo il 31% degli shopper indicano che il digitale rende la spesa più semplice, rispetto al 42% delle altre categorie, offrendo una forte opportunità per queste compagnie di migliorare l'experience. Il digitale ora entra nel percorso di acquisto influenzando la consapevolezza del cliente, la scelta, la fedeltà e per contro sta creando nuove abitudini per i clienti. Per esempio:

- più dei tre quarti delle persone intervistate usa punti di contatto digitali, come siti web di ricette e blog, per avere più consapevolezza e prendere ispirazione

– l'80% dei consumatori intervistati ha usato un digital device per navigare o effettuare ricerche di prodotti alimentari, guardando su fonti come prodottore e sito web del retailer

– circa una persona su tre prova prodotti sulla base di consigli e recensioni online, e cerca risposte da blog e social media insieme alle recensioni online  

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog

No comments.



Nickname:
Title:
Add a comment
Add comment