header_sx
upload

USA: la più storica compagnia di consegne grocery degli States si rinnova e crea una campagna pubblicitaria ad hoc per la Grande Mela

Prima che nascessero Instacart, AmazonFresh e FreshDirect, c'era Peapod. Fondato nel 1989 come un servizio dove i clienti potevano telefonare per fare i loro ordine, il grocer online è cresciuto fino ad arrivare a gestire una parte significativa del mercato crescente della consegna dei prodotti alimentari – che si prevede raggiungerà i 100 miliardi di dollari di vendite entro il 2025 secondo un recente report di Nielsen ed FMI. Parte della promessa di Peapod è il sostegno finanziario della compagnia madre Ahold Delhaize, che acquisì Peapod nel 2001. Oltre all'utilizzo dei propri magazzini, Peapod può anche sfruttare le catene di fornitura di catene 'fisiche' come Stop & Shop e Food Lion. “Adesso ci sono molti nuovi player che stanno facendo quello che noi abbiamo fatto nei primi due anni, ma non è sostenibile e inefficiente,” ha dichiarato Carrie Bienkowski, chief marketing officer Peapod.

“Grazie al fatto che siamo parte di una più grande operazione nel mondo 'fisico', questo ci permette di espandere rapidamente.” Peapod ha deciso di cambiare inserendo una nuova campagna marketing realizzata per ampliare la sua presenza nel mercato di New York City, che attualmente rappresenta un quarto delle vendite. Alla fine dell'anno, Peapod debutterà una campagna più universale per spingere il brand. Consegnare food e andare incontro alle esigenze e alle aspettative, può essere un business costoso e difficile, ambito in cui Peapod ha anni di esperienza, a differenza di Amazon e dei nuovi entrati il settore che stanno ancora imparando. “Peapod può anche essere old school, ma è efficiente al 100%. Formano le loro persone per essere esperti di food,” ha dichiarato Phil Lempert, fondatore di Supermarket Guru, che analizza lo spazio grocery. “Il loro problema è il brandind.” La nuova campagna pubblicitaria mirata sulla Big Apple, comprenderà advertising stampato e digitale, così come altre iniziative per la città.  

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog

No comments.



Nickname:
Title:
Add a comment
Add comment