header_sx
upload

USA: l'espansione di Warby Parker è un esempio da prendere per i brand di e-commerce che vogliono fare il salto nel retail fisico

Con Macy’s che ha intenzione di chiudere 68 store entro metà 2017, Sears e Kmart pronti a tirare giù le serrande a circa 150 location quest'anno e The Limited che ha da poco chiuso tutti i suoi 250 negozi, i brand tradizionali hanno evidentemente iniziato l'anno non per il meglio. Ma se molti di questi big name stanno vivendo le difficoltà del retail moderno, Warby Parker sta per contro mostrando quello che potrebbe essere un nuovo modello di business di successo, per lo meno per business di scala più piccola. L'eyewear retailer ha in programma almeno 25 location fisiche nel 2017, portando così il numero totale di suoi negozi a 70. I nuovi spazi amplieranno il footprint del brand nelle principali città come Chicago, Philadelphia e Miami.

L'esempio di Warby Parker serve come lezione per una serie di brand di e-commerce che cercano di espandersi oltre il mondo digitale. Dato che molti brand tradizionali continuano a chiudere negozi non profittevoli per risparmiare sui costi a lungo termine, i brand di e-commerce o quelli con spazio fisico limitato non hanno questa problematica. Warby Parker è un brand che ha sfruttato il momentum grazie alla forte domanda dei clienti di poter provare di persona gli occhiali, per cui i suoi negozi hanno avuto immediatamente qualcosa da offrire oltre alla semplice presenza fisica. I brand pertanto devono scoprire dove possono dare un valore aggiunto nel momento in cui decidessero di aprire negozi fisici. “Non credo che il retail sia morto,” ha dichiarato il co-fondatore di Warby Parker Neil Blumenthal. “Le retail experiences mediocri sono morte. Mentre l'ecommerce sta crescendo, la maggioranza del retail continua ad avvenire entro quattro mura.”

Per altre news www.ispira.com

 


Tags: #ispirablog

No comments.



Nickname:
Title:
Add a comment
Add comment