header_sx
upload

USA: Nordstrom lancia ‘The Lab’ per dare il giusto spazio ai talenti emergenti

Nordstrom ha realizzato un nuovo spazio per i talenti nascenti. Il retailer infatti ha debuttato “The Lab”, un progetto incubatore per esporre e supportare i nuovi designer in determinati suoi store e online. Concepito e curato da Olivia Kim, vice presidente dei progetti creativi presso Nordstrom, la prima tranche proporrà Eckhaus Latta, Vejas, Eric Schlösberg, A.W.A.K.E. e Dilara Findikoglu. Nell'autunno 2015, la Kim lanciò SPACE at Nordstrom, una in-store designer boutique che presentava collezioni cross-category di abbigliamento, accessori, articoli per la casa, profumi di designer emergenti e già noti tra cui Simone Rocha, Koché, Ellery, Colovos, e Molly Goddard, tra gli altri. “The Lab” sarà un programma in corso in SPACE at Nordstrom. Le collezioni presso “The Lab” saranno esposte per una stagione.

Per “The Lab,” Kim e il suo team hanno scelto cinque look per ognuno dei designer, compresi articoli esclusivi e realizzati su misura che rappresentino l'estetica di ciascun designer. I prezzi di vendita andranno da $175 per una T-shirt di cotone di Eckhaus Latta a $2,695 per un blazer di Dilara Findikoglu. Vi sarà una sola consegna durante la stagione. Ogni articolo avrà uno speciale hang tag che spiega “The Lab” e le collezioni saranno promosse e spinte attraverso i social channel. In un'intervista Kim ha spiegato che lei ed il suo team sono andati a New York, Londra e Parigi in cerca di cose che li ispirassero e li colpissero in modo particolare rispetto al resto. “Questa è stata la genesi di 'The Lab'. Non siamo partiti pensando di dare vita ad un programma incubatore, ma quando siamo tornati dai nostri viaggi, stavamo tutti pensando a questi designer, li amavamo e allora cosa potevamo fare con loro? Trasmettevano energia.” Il team ha anche valutato se i brand avessero la sostenibilità e la vitalità di un vero business e se fossero adatti ad un ambiente 'incubatore'. Generalmente questi brand emergenti sono venduti attraverso boutique in quanto necessitano di più attenzione, o di un supporto da parte del personale. “Non sono i tipici brand commerciali che si possono trovare ovunque. Abbiamo voluto dare loro una piattaforma,” ha dichiarato Kim. Kim ha aggiunto di trovare interessante come un brand sia diverso se presentato in un contesto boutique, o major specialty o department store. “Il contesto è diverso, i clienti sono diversi, le adiacenze sono davvero diverse.” Inoltre ha anche sottolineato come sia stimolante per un brand piccolo essere presente in uno store importante. “Un brand deve essere relativamente strutturato per supportare un wholesale business. Vogliamo trovare un modo per mostrare i nuovi brand che iniziano, e per riconoscere il talento vero. Come dire 'ti vediamo e ti supportiamo'.”

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog

No comments.



Nickname:
Title:
Add a comment
Add comment