Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Stories Brands News Join ispira.com
News

USA: Sneakersnstuff ha intenzione di espandersi aprendo nuovi store

Sneakersnstuff è in modalità crescita e espansione. Lo specialty sneaker retailer, fondato nel 1999 da Erik Fagerlind e Peter Jansson, che ha aperto il suo primo store a Stoccolma, è cresciuto dell'85% quest'anno. All'inizio dell'anno la compagnia ha collaborato con FSN Capital, un fondo di investimento di private equity, che ha acquisito la società dai fondatori e dai suoi ex investitori, e ha quindi costituito una nuova holding. “Abbiamo trovato il partner giusto con FSN Capital. Non sanno nulla del business delle sneaker e credono nel nostro giudizio per la crescita dell'azienda”, ha detto Fagerlind. “Gli investitori stanno abbandonando la vecchia distribuzione, ma vogliamo continuare ad offrire destinazioni per lo shopping e costruire un'esperienza.”

Fagerlind ha dichiarato che invece di aprire un negozio all'anno, arriveranno fino a due e l'obiettivo è di avere da 12 a 15 store. Attualmente gestiscono cinque unità, compresa la sede di Meatpacking District a New York, aperta lo scorso anno. Prima della fine dell'anno, la SNS pianterà la sua bandierina a Los Angeles e ha scelto una location non convenzionale: Venice Beach, ma non lungo l'Abbot Kinney Boulevard. Fagerlind ha affermato che durante il soggiorno in un hotel a Santa Monica ha corso lungo Venice e ha chiesto al proprio broker di esaminare gli spazi retail sulla spiaggia, che ora è principalmente dedicata ai negozi di souvenir e surf. “Venice rappresenta L.A secondo la nostra prospettiva,” ha dichiarato Fagerlind. Il negozio, progettato da Jenny Askenfors di Bofink Design Studio, sfrutterà la sua posizione e fonderà le hacienda messicane, i riferimenti di design dei negozi di souvenir e surf insieme a elementi di Muscle Beach. Fagerlind ha affermato che dal lancio del negozio di New York, che aprirà il suo bar entro la fine dell'anno, i retailer come Nike e Adidas hanno aumentato le allocazioni. Ma Fagerlind afferma ancora che questi marchi non stanno agendo a livello globale nella loro strategia e c'è troppa segmentazione regionale. Mentre molti brand si sono concentrati sulle loro strategie direct-to-consumer, Fagerlind crede che avranno sempre bisogno di negozi specializzati in alcune capacità. “Hanno bisogno di essere convalidati. Li abbiamo visti provare a farlo prima e non ha funzionato. Si tratta di appartenere a qualcosa e il cliente si sente in questo modo quando visita i nostri negozi.” Ora l'attenzione è rivolta all'apertura di negozi in Asia, raddoppiando gli eventi che fidelizzano i clienti, investendo nel label privato e offrendo un'esperienza online più personalizzata.

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog
No comments.


Nickname: Title: Add a comment Add comment