header_sx
upload

USA: un calo del traffico e prezzi degli affitti sempre più alti, sono tra i fattori che stanno determinando la difficile situazione dei mall

I tempi sono duri per i retailer statunitensi. Neiman Marcus ha ritirato i suoi progetti di un'offerta pubblica, Macy's ha annunciato vendite natalizie sotto le aspettative, Sears ha dichiarato di voler chiudere 150 store e vendere il suo brand Craftsman. I department store stanno lottando da anni. Mentre le catene off price stanno avendo grande successo, i negozi con prezzi di fascia media cercando di barcamenarsi tra bassa affluenza di persona, alti costi degli affitti e cambiamento di abitudini di shopping sempre più indirizzato verso l'ecommerce. E con sempre più produttori che interfacciano direttamente con i clienti attraverso i media online o addirittura con i loro propri channel retail, i department store si trovano davvero in difficoltà.

Nel periodo natalizio hanno cercato di attrarre gli shopper con sconti maggiori rispetto agli anni precedenti. Al tempo stesso molti brand, cercando di riprendere il controllo sui loro prezzi, hanno optato per nessuno sconto, come Michael Kors, Coach e Levi Strauss & Co. Altri, come Kate Spade, hanno lasciato gli scaffali dei department store quando non sono riusciti a raggiungere un accordo. Il rialzo degli affitti inoltre sta mettendo ulteriormente sotto pressione i retailer. Questo trend ha influenzato la decisione presa da Macy's di ridurre il numero dei suoi negozi. Stessa cosa fatta da Sears in questi anni. Il cambiamento di abitudini di spesa da parte dei consumatori è una delle ragioni per cui questa tipologia di negozi ha visto sempre meno vendite. Le persone infatti ora stanno di nuovo spendendo, ma in modo diverso e su cose diverse rispetto al passato. Invece di comprare prodotti come l'abbigliamento, molti americani spendono in 'experiences' come viaggiare, andare fuori a cena, macchine. Lo shopping online continua a crescere, sia per prodotti fisici che per acquisti meno tangibili. Nel mese di dicembre le vendite dell'App Store Apple hanno raggiunto i 3 miliardi di dollari. I department store fanno anche riferimento ai turisti come fonte di vendite, ma il turismo è calato lo scorso anno, per via del clima di incertezza in Europa e in Cina. E il dollaro forte fa si che, anche quando i turisti arrivano, comunque sono frenati dallo spendere molto.

Per altre news www.ispira.com


Tags:

No comments.



Nickname:
Title:
Add a comment
Add comment