Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Stories Brands News Join ispira.com
News

USA: un report ridimensiona la così detta 'apocalisse del retail' dimostrando che sono più le aperture di negozi rispetto alle chiusure

Sì, alcuni famosi retailer stanno chiudendo negozi. In ogni caso, la situazione non è drammatica come alcuni sostengono. Secondo una nuova ricerca condottada IHL Group, i retailer in America del Nord nel 2018 apriranno 12,663 stores a fronte di 8,828 chiusure. Il rapporto ha rilevato che una manciata di rivenditori - 16 aziende - rappresentavano il 66% del numero totale di chiusure di negozi. Per i ristoranti, 16 aziende rappresentavano il 74% di tutte le chiusure nette. Il report Radical Transformation/Real Opportunities ha esaminato 1.485 catene di negozi con 50 o più sedi per quanto concerne le loro aperture e chiusure. Ha scoperto che anche se la il retail fisica prospera, sta cambiando drasticamente.

“C'è stata una grande quantità di stampa negativa sul retail negli ultimi due anni”, ha affermato Greg Buzek, presidente di IHL Group. “Il retail è molto 'in salute', ma ci sono grandi differenze nei segmenti, alcuni in rapida crescita e altri in difficoltà.” Secondo la ricerca, i grocery stores, drug stores, mass merchants/supercenters, e convenience stores aumenteranno il numero di store di 2,694 nuove sedi. Mentre i department stores, i negozi di abbigliamento e calzature, di elettrodomestici, libri e articoli sportivi, ne chiuderanno 682. “Off-price retailers, dollar stores, alimentari e ristoranti stanno registrando un'ottima crescita,” ha affermato Buzek. “Sono i negozi di abbigliamento e i department stores che continuano a lottare e i centri commerciali di classe C & D che hanno davvero bisogno di adattarsi a questo nuovo mercato per guidare il traffico. La forte crescita è nella fascia alta e nella fascia bassa del retail e questi sono generalmente centri commerciali di livello A.” Il report ha descritto la crescente influenza di Amazon, rilevando che il 55% sono ora membri di Amazon Prime. Per competere nel mercato in evoluzione di oggi, i retailer devono investire nelle loro persone, nella tecnologia e nell'atmosfera dei loro negozi. “"C'è una ragione per cui Publix, Wegmans, Apple Store e Chick-fil-A rendono multipli i profitti netti più dei loro competitor”, afferma il report. “Le loro persone e i loro negozi sono più invitanti e ai clienti piace fare acquisti lì.” Oltre a migliorare la loro esperienza, i negozi devono evitare di avere prodotti esauriti. Più del 24% delle vendite di Amazon può essere attribuito ai clienti che prima hanno cercato di acquistare il prodotto in un negozio locale ma lo hanno trovato esaurito. “Quando i consumatori dovevano acquistare tutto nei negozi fisici, i retailer potevano anche avere scarsi livelli di scorte. Ora non più. Amazon ha praticamente sempre tutti i prodotti disponibili, il marketplace di Walmart è un altro concorrente. I retailer che sopravviveranno e prospereranno investiranno in tecnologie come la tecnologia RFID e la visione artificiale per ridimensionare l'inventario del punto vendita ed eliminare l'out of stock.”

Per altre news www.ispira.com


Tags: #ispirablog
No comments.


Nickname: Title: Add a comment Add comment